MANUTENZIONE e pulizia MATERIALI 1

Quando acquistiamo qualcosa per la nostra casa è importante capire il materiale di cui è composta per poterlo mantenere bello nel tempo. Conoscere i materiali che abbiamo in casa ci permette di agire correttamente senza rischiare di rovinarlo e sapendo come agire qualora ci sia un problema.Ecco quindi un elenco di materiali con qualche indicazione utile per la pulizia e la manutenzione.

LAMINATO.

Il laminato, essendo un materiale resistente, viene usato per pavimenti, mobili e top cucina o bagno.
La pulizia di questo materiale può essere fatta con detergenti neutri, non troppo aggressivi, per non scolorirne la superficie. Qualora si scolorisca, macchi o righi in superficie, cosa che avviene di rado, non può essere ripristinato. La sua resistenza e bassa assorbenza fanno si che sia difficile rovinarlo, ma che di fatto se si rovina non sia ripristinabile. Consiglio, soprattutto se avete del laminato a terra, quando date lo straccio di darlo ben strizzato per non rischiare che l’acqua si incanali tra le fessure.

LEGNO.

Il legno è uno dei materiali più apprezzati e utilizzati nelle case. Le tendenze e le produzioni industriali fanno sì che sia sempre meno usato per i mobili, se non in complementi o in mobili particolarmente ricercati. Al contrario rimane un materiale di moda e largo utilizzo nei pavimenti. Qualcuno decide di non sceglierlo, non perchè non gli piaccia, ma perchè convinto che la manutenzione del materiale si troppo impegnativa. Vi svelo che non è così.

parquet a spina di pesce (non possiamo sapere se oliato o verniciato dalla foto)

Sicuramente non è un materiale che rimane immutato nel tempo, cosa che ritengo dia ancora più valore ad un pavimento e ad una casa.

Se avete del legno in casa, va capito per bene se è un legno trattato ad olio, vernice o resina. A tal proposito ricordatevi di segnare queste informazioni per non incappare in errori banali e rovinare un materiale inconsapevolemente.
Se il vostro legno è oliato qui un articolo che vi spiega tutti i passaggi da compiere: https://www.homeiswhere.it/blog/2019/01/31/pavimenti-in-legno-manutenzione/

Se state valutando l’acquisto del parquet in casa vi consiglio questo post sul parquet Mafi. L’azienda produce per lo più legni oliati totalmente ripristinabili con prodotti naturali da macchie, righe o ammaccature.
https://www.homeiswhere.it/blog/2020/02/12/parquet-mafi/

Se invece avete un legno verniciato per la pulizia o la manutenzione esistono molti prodotti da diluire nell’acqua quando si lava il pavimento. Alcuni prodotti servono solo come detergente, mentre altri sono utili per ripristinare la brillantezza del legno. Il parquet verniciato assorbe meno di quello oliato e nel caso si macchiasse esistono prodotti specifici per pulirlo.
Con questo tipo di parquet dovete fare attenzione alle scalfiture e alle righe superficiali. Se un parquet verniciato si riga vedrete il colore originale del legno senza possibilità di intervenire sullo sfregio. Stanno nascendo sistemi per ripristinarlo, ma sono abbastanza complessi.

Se avete un legno resinato in casa, per la manutenzione leggete il paragrafo resina in uscia mercoledì prosimo.

Piccolo consiglio. Il legno richiede ambienti asciutti ma non secchi.
Se notate che il vostro legno, oliato, verniciato o resinato è secco può essere per via dell’eccessivo calore e della secchezza dell’ambiente. Per risolvere areate bene l’ambiente e lavate il pavimento con acqua. Contrariamente a quel che si pensa l’acqua non danneggia il legno, anzi serve per ripristinarne la giusta “idratazione”. E’ una falsa teoria quella che dice che il parquet non va lavato con acqua, ovviamente va lavato con uno straccio bagnato e strizzato per bene, non gettando litri di acqua a terra, ma va lavato!

SUPERFICI LACCATE.

Il laccato è un materiale presente per lo più nei mobili della nostra casa. E’ un materiale che non richiede una manutenzione eccessiva, solitamente per la pulizia vanno usati detergenti neutri non troppo aggressivi. Usare prodotti acidi può far si che si scolorisca o rovini la superficie.

Nel caso di una superficie laccata lucida, fate attenzione al tipo di panno che usate e alla polvere. Infatti il panno sbagliato o la presenza di pulviscoli di polvere possono portare alla creazione di microrighe sulla superficie.

Il laccato può scheggiarsi e rigarsi, in tal caso l’unica possibilità è quella di portare il mobile da un laccatore per ri-laccarla. Questo è il motivo per cui solitamente si realizzano in laccato mobili e ante ma non piani di lavoro che subirebbero urti e contraccolpi che li rovinerebbero subito.

Se state definendo colori e materiali di casa tenete conto del fatto che sul laccato opaco solitamente non si notano le impronte, mentre su quello lucido sì. Logicamente più chiaro è il colore meno si natano e più scuro è più si notano.

COTTO.

cucina con pavimento in cotto

La manutenzione del cotto, così come quella di molte pietre naturali, non è facile. Va specificato che il cotto può essere acquistato trattano o non trattato. Solitamente si usa quello trattato all’interno e quello no all’esterno per costi e reazione del materiale agli sbalzi di temperatura. Se avete un cotto trattato chiedete queste informazioni inerenti al trattamento: che tipo di trattamento è? E’ permanente o va ripristinato? se va ripristinato all’incirca ogni quanto?. Avere queste informazioni vi agevolerà nella manutenzione del materiale senza dover impazzire.

Se invece acquistate un cotto non trattato dovete sapere alcune cose. Il cotto è un materiale molto assorbente e che può essere trattato anche in seguito. SI può procedere con trattamenti fatti da un professionista o con trattamenti fai da te. Nel caso si affidi il lavoro a qualcuno di competente, questo farà un sopralluogo e vi suggerirà la strada migliore. Nel caso di trattamenti fai da te invece, va specificato che sono trattamenti da rifare di tanto in tanto. Il cotto, come materiale, assorbe perchè “respira” quindi i trattamenti non possono essere troppo occlusivi o con lo sbalzo delle temperature il materiale può rompersi. Non si può pensare di creare una pellicola su questo materiale senza rischiare che crepi con i primi freddi o caldi.

E’ facile che il cotto si macchi, per questo esistono tantissimi prodotti chiamati estrattori che riportano in superficie la macchia creatasi. Per una maggiore efficacia dei prodotti è bene sapere con cosa si è macchiato.

ACCIAIO.

La pulizia e manutenzione dell’acciaio è davvero difficile.
Per pulirlo vanno usati prodotti specifici, non tanto perchè si macchia, ma perchè con detergenti generici rimangono gli aloni. Inotre l’acciaio se non viene pulito con il giusto prodotto e con il giusto panno rischia di rigarsi e non può essere ripristinato. A differenza dei prodotti cromati, non perde la cromatura, ma può scolorire con detergenti troppo aggressivi. Con l’acciaio lasciate perdere passaparola e tentativi improvvisati: usate prodotti appositi e armatevi di pazienza!

GRES.

La manutenzione del gres è una delle manutenzioni più facili in casa, e probabilmente, il motivo per cui è un materiale sempre più utilizzato in casa: pavimenti, top cucina, top bagni e tavoli.

cucina con isola in gres effetto marmo

Per pulire il gres quotidianamente si possono usare detergenti neutri.
Essendo un materiale molto resistente si possono usare anche detersivi concentrati, acidi o basici all’occorrenza. Ad esempio se avete il top della cucina in gres, kerlite o laminam, potete usare detergenti atibatterici e igienizzanti senza problemi. In questo caso ricordate anche che il gres non teme le alte temperature, quindi nessun probema con pentole caldo o moca del caffe!

Il gres non assorbe, quindi tende a sporcarsi in superficie, ma non a macchiarsi, per cui solitamente non necessita di detergenti specifici.
L’unico problema di macchie che mi è capitato di constatare, è quello della ruggine, che può essere rimossa con dei detersivi specifici (come il rimuovi ruggine Hg). Questo prodotto o i suoi simili, sono abbastanza densi e vanno versati sulla macchia e lasciati in posa per un po’ di tempo, solitamente, finchè non cambiano colore. Una volta che cambia colore si può procedere alla rimozione di prodotto e macchia!

N.B. Il gres non assorbe, ma, se lo posate a terra, va eseguita una prima pulizia specifica con un prodotto acido, io vi consiglio il Keranet Mapei.
Perchè va fatta questa pulizia?? Perchè quando viene montato il pavimento si può depositare su di esso uno strato di polvere da cantiere, che non si percepisce ma c’è e rende il pavimento poroso.
Mi sono capitati molti clienti che lamentavano un pavimento in gres che assorbiva, si macchiava, e che quindi aveva una difficile manutenzione. In realtà non era il materiale ad assornire, ma questo strato depositatosi. Una volta pulito per bene con un prodotto acido hanno risolto il problema.

STUCCO.

Parlando di gres veniamo al vero problema del gres a pavimento, ovvero le fughe realizzate con lo stucco. Questo può essere a base di cemento o di resina, qui il link di un articolo in cui vi do informazioni utili inerenti allo stucco (https://www.homeiswhere.it/blog/2019/03/23/stucco-un-elemento-sottovalutato/) .
Lo stucco tradizionale a base di cemento si sporca e macchia, è inevitabile. Esistono dei prodotti a base di candeggina per la pulizia specifica delle fughe, ma , dalla mia esperienza, funzionano se usati preventivamente e non sono coì performanti su macchie presenti.

Un prodotto che invece mi sento di consigliarvi è il FUGA FRESCA mapei ( https://www.mapei.com/it/it/prodotti-e-soluzioni/prodotti/dettaglio/fuga-fresca).
Questi sono barattoli di vernice dello stesso colore dello stucco prodotto dalla Mapei, per ripristinare il colore originale della fuga. Basta stenderlo sulla fuga, facendo attenzione a non lasciarlo sulla piastrella, per riavere il colore originale! Vi devo dire che da eseguire non è veloce e comodo, ma funziona e può essere risolutivo in parti di maggior passaggio o macchie. E’ utile anche nel caso in cui non vi piaccia il colore della fuga del pavimento.

Nei prossimi mercoledì vedremo assieme altri materiali: MARMO E PIETRE, RESINA, CORIAN, CERAMICA, VERNICE, DECKTON, PIETRE RICOMPOSTE, PIETRA COMPATTATA,RESINA E MICROCEMENTO.


Per domande o problemi specifici scrivetemi via mail o sui social!
Mail: info@homeiswhere.it
Instagram: homeiswhere.it
Fb: home is where