MISURE DI CASA

Ho pensato ad un piccolo riepilogo delle misure utili da sapere in casa inerenti ad ambienti, passaggi e arredi.
Ci tengo a precisare che queste sono linee guida per aiutare ed indirizzare nelle decisioni, ma che non sono regole rigide e inequivocabili. Per capire bene va analizzato l’ambiente, le abitudini e le necessità, ma credo che sapere queste cose possa aiutare nelle valutazioni e a non incombere in errori.

DIMENSIONE AMBIENTI

Esistono metrature definite per ogni ambiente.
Questo va a mio avviso valutato in fase di acquisto, ma non è una regola che mi sento di definire come vincolante . I metri quadri di un ambiente non ne determinano la grandezza reale. Ci sono case di 80 metri quadri in cui si riesce a ricavare 1 camera matrimoniale, 1 cameretta e uno studio per conformazione e finestre e casae da 100 metri quadri in cui non si riesce a fare ciò, quindi i metri quadri non sono tutto.

stesso ambiente due soluzioni differenti per gestire lo spazio.

CAMERA MATRIMONIALE: minimo 14 metri quadri
CAMERETTA: minimo 9metri quadri
Sotto i 9 metri quadri le stanze sono definite STUDIO o RIPOSTIGLIO.

ALTEZZE: 2,70 metri
RIPOSTIGLI E CORRIDOI 2,40 metri

DIMENSIONI UTILI:

Per motivi ergonomici molti mobili o passaggi ragionano sul multipli e sottomultipli di 60cm. Questo perchè 60cm è la dimensione delle spalle di un uomo.

Porte o passaggi tra due mobili o pareti alte dimensione minima 70cm.
Sarebbe bene che tra due elementi alti, come porte o cabine armadio la dimensione sia 80cm.
Mentre tra un vincolo alto e uno basso può essere anche 60/70cm, come ad esempio tra box doccia e mobile lavabo.
Passaggio sopra mobili bassi deve essere minimo di 30 cm ad esempio tra letto e como’; in questo caso le spalle sono totalmente libere e i fianchi sono liberi da un lato quindi lo spazio necessario è poco. Ovvio che 30cm va valutata come misura minima sotto alla quale non bisogna mai scendere e solo in necessità esteme. Io sotto i 50 non scenderei mai.

DIMENSIONE MOBILI:

TAVOLO: da considerare non solo il tavolo, ma anche le sedie, lo spazio per spostare la sedia per sedersi ed eventuale passaggio dietro alla seduta.
Un tavolo standard ha profondità 70/80/90 cm a cui va aggiunta la profondità di 50 cm della persona seduta, 30 cm di spazio per sedersi e, se si tratta di una zona di passaggio, 70 cm dietro alla sedia.
Da valutare l’opzione di un tavolo con panca contro una parete.
La lunghezza può variare tenendo conto che ogni persona seduta occupa circa 50/60 cm; l’altezza è di 75 cm.

DIVANO: il divano ha larghezza variabile in base alle sedute presenti e profondità da 90/100cm. Quando decidiamo la posizione del divano valutiamo anche la distanza dalla televisione e quindi le dimensioni opportune di questa.

LIBRERIE: Le librerie no hanno misure standard, ma ricordate che devono avere una profondità minima di 25 cm perchè ci stiano dei libri.
MOBILI SOGGIORNO: non ci sono misure fisse, si ragiona in questo caso su una profondità di 40/45 cm e su altezza variabili in base a se il mobile è a terra o sospeso e allo stile della casa.

CAMERA

LETTO: il materasso ha una misura standard di 160cmx200 cm (in italia sarebbe 190cm, ma ormai si considera quasi sempre 200 cm). A questa dimensione va aggiunta la struttura letto, quindi va considerato un ingombro minimo di 170cmx210cm. Il letto è un mobile basso per questa ragione attorno ad esso il passaggio può variare da 30 cm in su. Ovviamente sarebbe bene lasciare sempre più di 30cm.

stessa stanza con solo 10 cm di differenza. La prima immagine rappresenta la situazione ideale. La seconda rappresenta una situazione in cui se dobbiamo scegliere di stringere un passaggio meglio farlo dalla parte dove non vi è l’armadio alto, ma magari un comò o qualcosa di basso. Questa scelta va fatta sia per comodità che anche per rendere l’ambiente più gradevole.

LETTO SINGOLO: i letti singoli hanno materassi con dimensioni 80×190 oppure 90×190/200. mentre quelli ad una piazza e mezzo sono larghi 120cm.

ARMADIO: la lunghezza dell’armadio varia e solitamente è componibile con modularità 45cm 60cm 90cm 120cm. La profondità è standard ed è 60 cm, per il discorso che rappresenta le nostre spalle, quindi perfetto per giacche ed abiti. Davanti all’armadio il passaggio sarebbe bene fosse minimo 70 cm, per garantire apertura di ante e cassetti.
CABINA ARMADIO: le dimensione della cabina rispettano quella dell’armadio. In questa circostanza mi sentirei di dirvi che lo spazio d’avanti o tra i mobili deve essere minimo 80/90cm. Questo poichè, soprattutto se la cabina è a forma di ferro di cavallo, va calcolato lo spazio di apertura di cassetti e ante, quindi un po di spazio in più aiuta a rendere tutto più fruibile.

Nella prima pianta vediamo una cabina si tre lati, dove lo spazio centrale deve esserci per permettere aperture dei cassetti e anche per evitare un senso di claustrofobia. La seconda è su due lati, quindi diciamo che è concesso stringere un pochino lo spazio perchè i cassetti sono solo da un lato.

CUCINA

I mobili che compongono la cucina hanno questa modularità, 25/35/45/60/90/120 cm con profondita 60cm e altezza circa 90cm. I pensili seguono la stessa modularità e hanno diverse altezze in base all’azienda. Frigorifero, forno e lavatrice hanno una larghezza di 60cm. Il piano cottura va da un minimo di 60cm ad un massimo di 90 cm; il lavello invece da un 50cm ad un 120cm, ricordando che però le variabili dei lavelli sono tante quindi può essere anche più grande.

Se nella cucina inseriamo un isola centrale dobbiamo tenere conto che tra cucina ed isola è bene che ci sia uno spazio consono al passaggio anche con cassetti o ante aperte, ma che non sia eccessivo affinchè non diventi scomodo lavorare e spostarsi tra piano e isola. Io consiglio uno spazio che caria da 80cm a 120cm, da valutare in base a cosa si mette nell’isola, se vi è un piano di lavoro, il lavello o il piano cottura.

Esempi di composizioni cucina comode con la regola del triangolo per lavorare in comodità in cucina.

BANCO SNACK: viene fatto della stessa altezza della cucina, quindi 90cm. La profondità minima è 35 cm considerando lo spazio delle gambe. Questa soluzione richiede una profondità ridotta perchè lo sgabello richiede meno spazio della sedia per stare seduti comodi.

BAGNO

MISURE IDEALI PER SANITARI

SANITARI: i sanitari hanno misure standard e che differiscono di qualche centimetro da azienda ad azienda. Vaso e bidet hanno una larghezza di 36cm e una profondità di 55cm (sul mercato ci sono modelli con profondità ridotta fino a 45 cm). Per capire come gestire il bagno dobbiamo tener conto del fatto che i sanitari nel loro complesso occupano minimo 130 cm per via dello spazio da lasciare tra uno e lateralmente come nell’immagine.
Lo spazio da lasciare di fronte ad un sanitario minimo è 40 cm. Ovvio è che 40 cm sono per stare seduti comodi, ma bisogna considerare anche il passaggio, che come visto bene sarebbe opportuno di 60 cm almeno.

DOCCIA: la dimensione minima è da considerarsi un 70×70. Misure, dimensioni e forme possono essere personalizzate, diciamo che quelle standard ragionano su piatti profondi 70/80/90 cm e lunghi 70/80/90/100/120/140cm.
L’altezza del soffione solitamente è circa 2 metri.
L’altezza del box doccia varia da 190cm ai 210 cm.

VASCA: le vasche hanno misure standard in profondità sono solitamente 70cm o 80cm, in lunghezza vanno 160/170/180/200 cm. Mi è capitato di vederne anche da 150cm, ma sono casi rari. Vorrei spendere due parole inerenti alle vasche da centro stanza. Le misure sono le medesime, ma è importante considerare che servono passaggi minimi e che sono gradevoli se hanno spazio. Lo faccio presente perchè in tanti le vorrebbero in casa, ma se dobbiamo mettere una vasca così senza valorizzarla meglio non metterla.

LAVANDINO: la dimensione del lavandino in bagno varia in base a se si inserisce un mobile o solo un lavandino. Se si mette solo il lavandino possono essere tantissime le varianti, mentre se si mette un mobile ci sono delle misure standard. La profondità standard è 45 o 50 cm. Alcuni mobili sono profondi 35 cm ai lati per poi diventare 45 nella zona dove c’è la vasca del lavabo. La larghezza solitamente va da 60cm ai 120 cm.
L’altezza dei mobili varia se si sceglie un lavabo con vasca integrata (foto 1) o uno con ciotola in appoggio (foto2) Il filo del lavandino si considera a circa 87/90 cm da terra.

CONCLUSIONI

Dovrei aver inserito in modo sommario e riassuntivo tutto. Ci tengo a ripetere che sono linee guida da valutare da situazione a situazione in quanto le misure in una casa sono MOLTO importanti, ma non sono una scienza esatta, per ogni casa esistono tante soluzioni e tante riflessioni da fare. Se vi viene in mente altro scrivetemi via mail info@homeiswhere.it o sulla pagina instagram homeiswhere.it.

N.B. Ikea, ha delle misure leggermente differenti per molti mobili. Ad esempio loro per i letti ragionano su una larghezza da 140cm, quello che da noi viene chiamato letto alla francese e non matrimoniale. Per gli armadi la profondità è standard, ma i moduli in larghezza sono da 50cm o 100cm. Per cucine e altri mobili rimane tutto come detto sopra.

P.s. scusate la trashata, ma la pianta della copertina è quella dell’appartamento di Carry di Sex & the city.