BOX DOCCIA

Oggi vorrei parlare dell’ennesima componente del bagno: il box doccia.

So che parlo tanto di questo ambiente, ma è sicuramente quello che conosco meglio e l’ambiente a mio avviso più complesso.

In questa stanza, anche la cosa che sembra più semplice deve rispettare criteri e vincoli.
Il box della vostra doccia ad esempio vi sembrerà un oggetto banale, ma così non è. Si parla spessissimo di cucine con cerniere di qualità e si spende tempo e denaro nel sceglierle con cure, ma non si pensa alle ante del box. Queste sono in vetro, materiale pesante e delicato. Vengono aperte e chiuse minimo 2 volte al giorno e soprattutto sono a contatto con acqua e calcare che le può fare arrugginire. Nessuna anta della casa, tranne le finestre è sottoposto a stress come il box doccia.

Per questo vi consiglio di valutare dei box di qualità e tutte le possibilità di apertura che vedremo sotto.

Altro consiglio che mi sento di darvi se dovete acquistare un box è di non affidarvi a catene o all’online, soprattutto se volete qualcosa di design e minimalista. Per essere esteticamente accattivanti i profili dei box moderni sono sempre più piccoli, cosa che comporta un estensibilità minima. Questo implica che le misure debbano essere precise, o in caso contrario il box sarà grande o piccolo, quindi non installabile. Sembra una sciocchezza ma basta una parete fuori-squadro, una mattonella più o meno spessa a far si che il box non si possa montare, quindi occhi a dove lo comprate e se possibile fate fare loro un rilievo delle misure per evitare sorprese.

BOX DOCCIA SEPARE’

Questo modello credo sia il modello che tutti vorremmo in bagno.
Si tratta di installare un vetro ed entrare lateralmente ad esso. Non si può inserire in tutti i bagni per motivi di spazio. Necessita infatti di un vetro minimo da 110/120cm + passaggio per entrare 50/60cm. Dll’estetica bellissima ne esistono tanti modelli in commercio e su può avere con una piccola parte movibile per proteggere da eventuali schizzi d’acqua che escono e con tantissime scelte di vetro. Ammetto che il para-schizzi ne rovina un po’ l’estetica a mio avviso.
Consiglio questa soluzione a chi ha la il soffione come in foto, perchè in alternativa l’acqua è facile che esca.











BOX DOCCIA SCORREVOLE

I box doccia scorrevoli possono essere in una nicchia o avere un lato con 2 vetri che scorrono e un lato fisso.
Le dimensioni minime per questo modello di box sono 110/120 cm. Questo poiche dobbiamo considerare che nei 110cm dobbiamo togliere lo spessore dei profili (- 5cm) l’ingombro della maniglia che non scorre sul vetro (-10cm) e poi dividere la misura ottenuta in due per avere il passaggio approssimativo per entrare e uscire. Per questo con meno di 110 è a mio avviso una cavolata fare un box scorrevole.

scorrevole in basso

Se state valutando questa tipologia di box chiedete informazioni sui cuscinetti di scorrimento.
Gli scorrevoli tradizionali hanno ferramenta e cuscinetti in basso. Questo comporta che vi finisca più polvere, capelli e calcare e che per questo siano più soggetti a rompersi.
I box nuovi hanno invece la ferramenta in alto per far si che vi finisca nel mezzo meno polvere, capelli e calcare possibile, preservandoli così da una rottura prematura degli ingranaggi.

Anche in questi modelli i vetri possono essere tantissimi ed è anche possibili, con alcune aziende, fare vetro fisso e vetro scorrevole differenti, magari con uno specchi se necessario.







BOX DOCCIA SCORREVOLE AD ANGOLO

Questo box doccia è uno di quelli più utilizzati perché molto pratico anche in piccoli ambienti e con piatti doccia da dimensioni normali e non enormi. Questo part da un 80×80 come misura della doccia in su. Consente un passaggio comodo recuperando dimensioni essendo posizionato ad angolo.

scorrevole ad angolo semicircolare

Per quanto riguarda il sistema di scorrimento vale quello detto sopra. Meglio se tutto in alto e non in basso.

BOX DOCCIA BATTENTE

Il box doccia con anta battente può essere posizionato in un box con 2 lati fissi + una porta oppure un lato fisso ed una parta o in nicchia. Non ha vincoli di misure in quanto può essere fatto sia in box piccoli che in box grandi. Unica accortezza sarà quella che se il lato in cui va inserita la porta supera certe misure (solitamente 60cm) la porta avra una parte che si apre e una parte fissa. Questo accade per due motivi: il primo poichè una porta in vetro alta circa 2 metri e lunga più di 60cm può , con il passare del tempo, perdere in regolazione per via del peso e non funzionare più bene; in secondo luogo per evitare che la porta aperta occupi troppo spazio nel bagno impedendo di posizionare vicino alla doccia sanitari o mobilio.

Ho riscontrato che in molti non amano questo tipo di box per via dello sgocciolamento sul pavimento quando l’anta viene aperta.

BOX DOCCIA SALOON

Il box doccia a Saloon è composto da 2 ante che si aprono in fuori e in dentro.
Questo box è utile nei casi in cui si voglia avere un apertura massima, sfruttando tutto lo spazio possibile per il passaggio in entrate e uscita dalla doccia. Questo sistema fa si che le ante non portino via troppo spazio una volta aperte e quindi non rischiando di urtare contro a mobili o sanitari vicini. E’ un escamotage per avere massima apertura, minimo impiego di spazio fuori dal box senza che i vetri siano grandi quindi pesino troppo sulle cerniere.

BOX DOCCIA SNODABILE

Inizio con il dire che io li amo. Quando li mostro ai clienti spesso non capiscono bene come si aprono ma per me sono eccezionali. Questo perche possono essere la soluzione in molti casi. Questi hanno delle cerniere che fanno piegare a metà il vetro e poi nel profilo laterale dei “perni” che lo fanno ruotare in dentro e anche in fuori. Sono una soluzione ideale per chi ha un box piccolo (e quindi non può inserire uno scorrevole) ma non ha spazio fuori dalla doccia per fare aprire la porta. Non i box più minimali in commercio, ma un buon compromesso tra praticità, funzionalità ed estetica.

Anche nei prodotti per i disabili questo sistema di apertura risulta pratico funzionale e declinato in tantissime varianti per renderlo adatto alle necessità più disparate.

BOX DOCCIA SOFFIETTO

Il box a soffietto è un box con un profilo centrale che fa impacchettare il box in un lato a meta. E’ funzionale se non si hanno possibilità di inserire scorrevoli o battenti perche non necessità di una doccia grande e non ingombra fuori. L’estetica ne perde molto. A mio avviso è da scegliere in caso di budget ridotto o di secondi/terzi bagni in casa, ma se si può meglio scegliere dei modelli snodati, che hanno la stessa praticità ma sono molto più di design.

PROFILI

I profili dei box doccia possono essere più grossi o piu sottili in base a modello, tipologia di apertura e prezzo. Un box scorrevole avra quasi sempre dei profili più grossi di un box a separe. I modelli più moderni e più costosi di norma sono quelli che hanno un prezzo leggermente più alto, mentr i box con profili tondi o grandi sono quelli più economici.

A cambiare il costo del box doccia non è solo il minimalismo dei profili, ma anche la sua finitura. I box economici sono tradizionalmente con profili bianchi, mentre quelli standard hanno profili argento/alluminio. Infine ci sono aziende che danno la possibilità di avere i profili in finitura. In base alle aziende e ai modelli variano le colorazioni, ma quadi tutte oggi hanno inserito il profili nero o in colore alluminio satinato e non lucido. Alcune aziende offrono anche profili color ottone, rame, bronzo, invecchiati o ral.

Queste possibilità sono date dal fatto che in molti scelgono la rubinetteria in finiture particolari e che quindi vuole anche il box doccia in tinta. Sarebbe poco carino ave tolto ogni cosa cromata dal bagno con rubinetti profili e accessori in una finitura e poi avere il box cromato.

VETRI

I vetri nei box doccia possono avere un trattamento anticalcare o no. Questo non risolve totalmente i problemi derivanti dal calcare, ma aiutano nella pulizia quotidiana.

Il vetro puo essre: trasparente, satinato, decorato, specchiato, fumè o colorato.

Il tipo di vetro dipende dal gusto, ma è importante che sia sempre vetro temperato e che non sia meno di 6mm perche con urti potrebbe rompersi se più sottile.