ARREDARE, OVVERO VESTIRE LA NOSTRA CASA

Oggi più che mai siamo quotidianamente chiamati a compiere “rinunce”: ogni scelta ne esclude un’ altra e se questo risulta difficile nella vita, lo è ancora di più quando si tratta di ristrutturare o arredare casa visto che presumibilmente si tratta di qualcosa che ci accingiamo a fare per la prima volta, che vogliamo abbia un buon risultato e in cui dobbiamo unire estetica + praticità + soldi da investire. Per questo non è facile capire su cosa puntare e cosa invece tralasciare.
Ho pensato ad un esempio che possa aiutare a farci un idea su quali siano puntare tempo, attenzione e soldi.
Tutti vogliamo avere una casa che appaia al meglio, così proprio come vogliamo apparire noi stessi al meglio: per farlo dobbiamo curarci, porre attenzione e investire.
Questo parallelismo per sottolineare come la casa sia composta da un insieme di “apparati” che coesistono ed interagiscono, mentre troppo spesso, quando si parla di arredamento ,si pensa sempre e solo ai mobili.

Proviamo ad analizzare i punti uno ad uno per indagare meglio le possibili decisioni, e agli errori a cui fare attenzione.

PELLE:

Alla pelle ho associato pavimenti e pareti in quanto sono la componente che unifica tutta casa, cio’ che spesso si da per scontato ma che invece non dovrebbe.
Questa componente se non è ben curata ci farà apparire stanche, più  vecchie e trasandate. Da questa traiamo delle linee guida di base: a non tutte le carnagioni è adatto un trucco o  un colore di capelli, ma le scelte per fare un buon abbinamento sono tantissime. In egual modo non tutti i tipi di pavimenti o colori delle pareti si adattano ad arredi porte. Non vincolando, il più delle volte, in modo netto ma aiutando a scartare cose che non si armonizzano.
Proprio come la pelle vanno curati e la scelta è importante anche se all’inizio sottovalutata.

TATUAGGI:

Viene da se che sono una possibilità di abbellimento/personalizzazione del proprio essere, proprio come la scelta facoltativa di usare rivestimenti in pietra, mattonelle, carte da parati. Essendo facoltativi non sono fondamentali e seguono le altre decisioni.
Possono essere in linea con lo stile della casa dandone uniformità o al contrario essere in contrasto con il resto per creare un punto focale della casa. Soprattutto se parliamo di carte da parati rappresentano spesso il punto di rottura, una sferzata dalla linea di arredo per dare un tocco personale e diverso da tutto il resto.

CAPELLI:

Sono ciò che incornicia il nostro volto, e possono cambiare il nostro aspetto tramite pieghe, acconciature, cambia di colore o tagli. Ad egual modo le tende e i tessili vestono la nostra casa, la incorniciano e le danno un tocco ricercato.
Una camera dallo stile anonimo con una bella trapunta e una tenda importante può cambiare aspetto e diventare ricercata ed accogliente. Troppo spesso si banalizza pensando che una tenda bianca sia una tenda bianca, ma non c’è errore più grande: una tenda bianca può essere di 1000 filati differenti e quindi cadere in un modo piuttosto che in un altro e può filtrare la luce cambiandone il colore all’interno della stanza.
Riprendendo l’esempio è come dire “i capelli lisci marroni sono tutti uguali” senza tenere conto se il taglio è un liscio pari, scalato, sfilato; se il marrone ha un sottotono caldo, freddo, delle schiariture, un reflex colorato etc…
I tessili hanno realmente il potere di cambiare l’aspetto di una stanza, quindi non vanno sottovalutati, proprio come non va presa sotto gamba la scelta del giusto parrucchiere.

TRUCCO:

E’ il dettaglio che può essere tralasciato, ma che quando c’è ed è curato nel giusto modo, ci fa apparire al meglio.
Così come tutti i piccoli dettagli della casa se sono scelti con cura danno subito un aspetto ricercato. Prese accensioni della luce, contatori, video citofono sono piccoli dettagli che possono fare la differenza, come la fà un fondotinta azzeccato rispetto al fondotinta perfetto.
Ho associato le rifiniture ai trucchi non solo come esempio di stile, ma anche per i prezzi. Proprio come accade con i trucchi che se anche sappiamo quale sarebbe quello più adatto a noi il budget ce lo vieta così accade per le rifiniture della casa: siamo coscenti di quale sarebbe la scelta perfetta, ma se i costi non ce lo consentono animé bisognerà accontentarsi del basico.

VESTITI:

I vestiti sono ciò che ci permettere di esprimere noi stessi nel modo più personale. Devono adattarsi ed essere in linea con i capelli, carnagioni etc. e con le esigenze reali della nostra corporatura, ma le scelte per colore, stile e funzione sono infinite.
Possiamo azzardare paragonando i vestiti ai mobili e  proseguire nel paragone affermando che come nella vita abbiamo outfit differenti a seconda delle occasioni, così le stanze della casa avranno mobili differenti a seconda della funzione.
Infatti possiamo dire che ogni stanza corrisponde ad un outfit differente in cui ci saranno elementi strettamente necessari ed in vista e altri superflui o nascosti.

Così come a prescindere dal nostro stile sappiamo che per uscire di casa ci servono alcuni capi, nelle diverse stanze, ad esempio la cucina ci servono differenti mobili, ad esempio in cucina è indispensabile il piano cottura e il lavandino, allo stesso modo nascosto sotto ai capi avremo l’intimo ovvero piatti, bicchieri e stoviglie.
Possiamo poi aggiungere altri capi facoltativi per completare il vestito, una giacca, dei collant,una canottiera così come nell’ambiente possiamo inserire madie, mensole o vetrine.

Outfit

Con questo paragone è facile immaginare come ogni ambiente della casa sia composto da diversi elementi assolutamente necessari per la sua funzionalità, attorno ai quali gira poi tutto il resto che può essere ricco o minimal in base al proprio stile, e fisicità.

Per una serata importante scegliamo il giusto vestito ci abbiniamo la collana giusta e poi pensiamo al trucco studiato e ben eseguito e  magari andremo anche a farci fare la piega. Non impiegheremo tutto il nostro budget solo sul vestito, sarà l’insieme di tutti gli elementi a rendere gradevole la nostra persona. Ciò che sembra lampante e chiaro quando parliamo di vestiti non lo è con l’arredamento (ho visto persone spendere pochissimo e scegliere frettolosamente pavimento e colore delle pareti, e poi posizionare mobili di super lusso ottenendo un effetto che fa solo dire “wow che bel mobile” e non “wow che bella stanza”).

COLLANE/ORECCHINI/BRACCIALETTI:

Una bel paio di orecchini fa la differenza. Esempio lampante Audrey Hepburn in “colazione da Tiffany” che incanta con un tubino nero basico, collana di perle e orecchini di brillanti. In egual modo gli accessori in casa possono stupire ed essere il punto forte. Se il budget ci costringe a mobili basici, basterà osare tanto con quadri, vasi, statuette, libri, e già la casa prenderà una connotazione diversa. E’ un ambito vastissimo quello dei complementi d’arredo e proprio come orecchini collane e bracciali possono essere economici o costosissimi, questo dipenderà da voi e da quanto volete valorizzare la vostra casa con personalizzazioni e con punti focali senza mettere troppo o troppo poco.

OCCHIALI:

Da oggetto necessario e che veniva visto come di impiccio gli occhiali sono con il passare del tempo diventati un accessori glamour e da abbellire come si vuole: colorati, con strass, con fantasie, e con forme eccentriche. Possono essere indossati per motivi reali o portati solo per darsi un tono e per estetica.
Proprio come il cartongesso che può essere abbellito con illuminazione, imbiancature o rivestimenti, può essere fatto sia per necessità di cantiere (ad esempio per coprire tubi) che per abbellire un ambiente.

SORRISO:

Il sorriso é ciò che illumina la vita e ci rende più belli. Badate bene, non sto parlando di dentatura perfetta da pubblicità del dentifricio, ma del gesto del sorridere. Un sorriso può essere bello se storto o con i denti non perfetti, l’importante è che sia vero e che illumini il nostro sguardo.
Così come il lampadario, non deve essere un oggetto bello di per se’, ma deve creare la luce giusta nello spazio in cui si trova. Se riusciamo a conciliare un bel lampadario con una luce adatta allo spazio abbiamo centrato l’obbiettivo. Quando scegliete un corpo illuminante non state comprando un vaso o un suppellettile, ma un oggetto con una funzione chiara e non solo pratica ma estetica.

Non vi fate mai spaventare inoltra dalle ombre, perché proprio come i difetti del sorriso, sono ciò che render la casa diversa e intrigante. Una casa con una luce tutta uguale senza ombre è una casa piatta non una casa che incuriosisce e che affascina.

ATTIVITA’ FISICA:

Non ha pienamente a che fare con l’estetica, ma è ciò che va fatto per apparire al meglio. E’ un unione tra estetica e benessere, tra ciò che non si vede (circolazione, ….) e ciò che si vede. 

Questa da forma al nostro corpo mostrandoci al mondo, e soprattutto ci mantiene  in salute. Purifica e tiene pulita la pelle, proprio come in casa un buon infisso garantisce areazione evita muffe nelle pareti, cattivi odori, perdita di calore o spifferi.
E’ ciò che nel tempo lascia invariato o migliora il nostro aspetto.

INFINE, MA DECISAMENTE NON PER IMPORTANZA, CIRCOLAZIONE,SISTEMA NERVOSO E SCHELETRO

Tutto ciç che c’è ma non si vede, che se funziona ci fa apparire al massimo e preoccupare delle cose sopracitate, ma che se non funzione o se non ha ricevuto le giuste attenzioni comprometterà tutto.
In base all’esempio, è facile capire che sotto l‘apparire c’è tutto quello che non si vede, ma che deve funzionare: gli impianti della casa.
Seguendo il paragone si può capire che per apparire al meglio è necessaria una circolazione che funziona altrimenti avremo la cellulite.
Quindi qui non bisogna assolutamente risparmiare, o non prestarvi attenzione. Sono alla base di tutto e vanno affidate a mani esperte che vi sapranno consigliare e indirizzare nel modo più giusto per casa vostra.

RIASSUMENDO:

PELLE = PAVIMENTI E PARETI

TATUAGGI = RIVESTIMENTI

CAPELLI = TENDE

TRUCCO= PRESE ELETTRICHE, CITOFONI ETC.

VESTITI= MOBILI

COLLANE, BRACCIALI, ORECCHINI =SPECCHI QUADRI CANDELE…

DENTI/SORRISO = LAMPADARI

ATTIVITA’ FISICA = INFISSI

OCCHIALI = CARTONGESSO

CIRCOLAZIONE = IDRAULICO

SISTEMA NERVOSO= ELETTRICO

SCHELETRO = MURI