Dividere gli ambienti: idee per risparmiare

Il risparmio può essere una condizione imprescindibile talvolta, ma in ogni ambito è comunque importante non guardare al lato negativo delle cose: il risparmio a volte aguzza l’ingegno e spinge alla creatività. Se si affaccia la necessità di dividere un ambiente, piccolo o grande che sia, non è sempre detto che si debba avviare una ristrutturazione o impegnarsi in opere di muratura. Per risparmio non si intende solo quello economico, a volte non si ha tempo di pensare a soluzioni più impegnative e la soluzione urge. Ecco alcune idee per dividere un ambiente senza ricorrere ai mattoni!

La Tenda

Non è sempre detto che un tendaggio sia utile solo a schermare le finestre. A volte, con uno sguardo al passato, i tendaggi svolgono un’ottima funzione di separé, e qui il risparmio rispetto a una parete da realizzare ex novo è assicurata. L’ancoraggio al soffitto di pannelli rigidi o fluenti permette una pratica suddivisione concettuale, come quella richiesta alle volte in camera da letto, dove l’area notte può essere allontanata per privacy da una zona dedicata al relax. Non è sempre detto che sia necessario un tessuto coprente, spesso basta anche un morbido velo che lascia in trasparenza il resto della stanza per creare già un’area appartata e intima.

La Libreria

Ecco un’idea affatto costosa che risulta estremamente funzionale perché svolge più di un compito: dividere, separare e arredare. Una libreria è a tutti gli effetti un oggetto di arredo, soprattutto quando realizzata in materiali ricercati. La sua funzione di espositore per libri o soprammobili si arricchisce in questo caso di una valenza pratica: se collocata perpendicolarmente alla parete di fatto divide, separa. Pensiamo a un grande living con angolo cottura. Se l’area open space si apre all’ingresso mostrando contemporaneamente più angoli con più funzioni, ecco che una libreria può cambiare la pianta della stanza e il colpo d’occhio, creando una nicchia per l’ingresso, un’area occultata rispetto ai fornelli, un angoletto relax dedicato alla lettura.

Uno Spogliatoio

Lo spogliatoio installato come separazione degli ambienti nel caso di un monolocale è davvero utilissimo. In questo caso scegliere questa soluzione non è soltanto low cost, porta addirittura a risultati più pratici: appena entrati in casa si può usufruire di un grande mobile cappottiera, dietro il quale continua la casa, senza esporre gli spazi intimi alla soglia. La cappottiera può essere realizzata in cartongesso, in legno, o fondendo i due materiali in un’unica soluzione composita. Il risultato è di grande comodità.

In merito alla funzionalità di un mobile che separa spazi più o meno ampi senza investire grandi somme di denaro, un’idea che risolve bene tutte le necessità è l’utilizzo di un mobile contenitore come divisorio. In questa soluzione vediamo come sono stati utilizzati due armadi, raccordati con dei pannelli in OSB, per creare un originalissimo separé che separa il letto dalla cucina con l’inserimento anche di un piccolo tavolo nella parte centrale. L’OSB è un materiale poco costoso, con un prezzo che oscilla tra i 15 e i 25 €/mq a seconda dello spessore e del livello di qualità. 

Effetto Trasparenza

Se è la trasparenza che si cerca, e quindi non una separazione occlusiva, tra le soluzioni più piacevoli c’è la classica vetrata, realizzabile su misura. Più è estesa la superficie, tanto più il costo lievita, per cui val la pena farsi fare un preventivo prima di valutare questo tipo di soluzione. Una vetrata, che sia sorretta da telaio in metallo o in legno, oppure essere nuda, potrà essere forgiata seguendo i gusti del committente, a sezione quadrata, tonda, rettangolare, potrà essere trasparente, satinata, colorata o decorata. Una vetrata potrà solo essere una parete divisoria oppure fungere da porta, potrà essere personalizzata dal vetraio in molti modi a seconda delle necessità. 

Un altro materiale che va segnalato a proposito di separé è Il policarbonato, un materialeleggero e poco costoso. Potremmo dire che se si cerca la trasparenza a un piccolo costo, il policarbonato è perfetto. Il suo effetto semitrasparente si presta bene a tutti quei casi in cui si vuole dividere uno spazio per avere maggiore privacy, ma allo stesso tempo non si vuole perdere la luminosità e un minimo contatto visivo tra i due ambienti. Il policarbonato può essere utilizzato in vece del vetro e come il vetro si sorregge con infinite soluzioni grazie a telai capaci di creare lo scheletro: legno, metallo, non è importante, il risultato finale è di grande effetto.

Fonte: habitissimo

https://www.habitissimo.it/