SANITARI, le decisioni da prendere

Ristrutturando casa, o solo il bagno, una delle prime cose che ci viene chiesta dall’idraulico è la scelta dei sanitari. Scelta apparentemente facile… e invece le cose da considerare sono tante, andiamole ad analizzare una ad una.

Prima cosa da decidere è se li preferiamo sospesi o a terra.

Sanitari a terra

I sanitari a terra possono essere filomuro o i classici distanziati da muro. Ad oggi quasi tutti prediligono i sanitari filomuro, ovvero che poggiano contro il muro, questo poichè non si creano tutte le curve e gli spazi in cui è difficile pulire. Se scegliamo questa tipologia possiamo predisporre l’impianto con lo scarico a parete oppure a pavimento (solitamente nelle case nuove viene messo a parete).

Ad oggi esistono dei sanitari filomuro nati e pensati per le ristrutturazioni. Infatti se ci troviamo ad avere un bagno vecchio e non vogliamo rifare tutti gli impianti, dovremo trovare il modo di trovare un sanitario con scarico a terra che si adatti allo scarico esistente. Per questo sono nati dei vasi a terra filomuro, che accessoriati con le curve giuste, hanno un range di adattabilità ai vecchi scarichi a terra, pur mantenendo estetica e una facilità di pulizia.

A terra ovviamente sono ancora in commercio sanitari staccati dal muro. Per lo più sono vecchi modelli necessari se non si riesce a trovare un modello filomuro che si adatta agli scarichi che abbiamo in casa. In altri casi le aziende mantengono o creano linee di sanitari spostati dal muro con linee classiche e vintage. Questo perché studiati ad hoc particolareggiano l’ambiente con un effetto retrò molto bello.

Sanitari sospesi

Solitamente ogni linea di sanitari che troviamo a terra ha il suo corrispettivo sospeso. Uguale per design cambia solo nel fatto che non poggia a terra, ma viene installato con delle staffe e sospeso. Questo significa che in precedenza vanno murate le staffe a cui poi sarà incassato il sanitario. Molti lo prediligono poiché risulta più leggero nell’ambiente e perché é possibile pulirlo sotto.

Senza Brida

Nella scelta del sanitario va considerato e scelto se vogliamo un modello senza brida o con la brida. La brida è l’incavo interno al wc in cui passa l’acqua. I nuovi modelli hanno un sistema che fa comunque circolare l’acqua, ma lasciando il sanitario senza incavi in cui possono annidarsi i batteri. Senza brida i sanitari sono quindi più igienici e più facili da pulire.

Misure

In seguito alla scelta del tipo di installazione vi sarà da valutare le dimensioni. in larghezza mediamente le dimensioni sono standard e vanno dai 35cm ai 37cm, mentre in profondità possono cambiare tanto. Lo standard in profondità si aggira attorno ai 55cm (misura che può minimamente variare in base al design del sanitario. Stanno nascendo però sempre più linee di sanitari ridotti fino a misure di 45cm di profondità. Questa considerazione va fatta soprattutto se abbiamo un bagno, o un punto di passaggio stretto, ma a mio avviso se questo problema non c’è, è sempre meglio optare per un sanitario con misure tradizionali.

Coprivaso

Un altro elemento da decidere è il coprivaso. Questo può essere tradizionale, o slim e rallentato. Alcuni sanitari hanno la possibilità di scegliere anche la tavoletta in legno o meno, solitamente questa possibilità si trova nei sanitari in stile. Molte aziende stanno proponendo anche delle tavolette con lo sgangio rapido, in modo tale che si possano togliere per pulire totalmente il vaso senza alzare e abbassare la tavoletta continuamente.

Estetica

Dopo tutte queste considerazioni pratiche bisogna scegliere l’estetica, ci sono modelli più tondeggianti e modelli quadrati, e di ogni modello oramai è possibile scegliere se averli in ceramica bianca lucida, bianca opaca o colorati. Con queste personalizzazioni, anche un elemento come il wc o il bidet può diventare una componente di arredo, integrandosi con i colori del rivestimento, oppure spiccando e diversificandosi.

Come sanitari colorati possono conferire carattere ad un bagno.

Mia considerazione totalmente personale, e di cui parleremo prima o poi, valutate in fase di progettazione se inserire vicino al wc un idroscopino. Questo elemento di rubinetteria può essere inserito o in caso il bagno sia piccolo e non ci sia spazio per il bidet, oppure da usare per la pulizia del wc.