POSTAZIONE computer

Spazi e ed ambienti della casa sono in continua evoluzione. Stanze che una volta sembravano indispensabili ora non esistono quasi più e sono invece diventati fondamentali altri ambienti. Basti pensare che una volta la sala da pranzo esisteva in tutte le case o che la cucina era di norma divisa da essa o dal soggiorno, mentre ora non è così. Per questo un ambiente, non ambiente che oggi necessita in casa è quello dedicato al computer. Chi può gli dedica una stanza creando il così detto studio, utile per chi lavora da casa, ma anche per chi lo usa quando necessario. Come può fare chi invece non ha lo spazio per uno studio in casa? Come e dove collocare il pc?

NEGLI ANNI.

Negli anni 90 e 2000 i computer sono entrati nelle nostre case e abbiamo dovuto trovare loro una collocazione. Essendo un elemento nuovo e sicuramente più ingombrante di oggi, era spesso collocato dove possibile in modo improvvisato. Le nostre case non erano predisposte per un computer, nè a livello di spazio nè di impianti. Capitava infatti che esso venisse collocato dove era possibile portare la rete internet grazie alla presa del telefono, che invece all’epoca era sempre presente in casa.

OGGI.

Oggi quando progettiamo una casa è importante trovare una collocazione grande o piccola per il computer.
La tecnologia è entrata così tanto nelle nostre vite che quello che facciamo da un computer lo possiamo fare dal telefono, tablet o tv, quindi è tutto estremamente dinamico. Probabilmente in ogni camera ci sarà un dispositivo elettronico, ma ritengo sia comunque importante trovare una collocazione al computer di casa (da mettere anche in seguito), per non trovarsi nella situazione in cui non sapere dove poggiare le cose o di dover studiare in seguito qualcosa di rimediato.
Per chi può creare uno studio è bene farlo, perchè può rivelarsi una stanza utile per gli hobby, lo smart working, i compiti o altro.


Per chi non può farlo come ovviare cio’ e avere un angolo in cui poggiare il pc fisso o portatile, inserire una stampante? di seguito una galleria di idee e ispirazioni per un angolo pc.

SCRIVANIA SOTTOSCALA

Una buona idea può essere quella di sfruttare lo spazio sotto la scala per creare una postazione pratica e di design. Ricordate sempre che in base allo spazio e all’idea si può cambiare stile e adattare ad ogni ambiente in base al design della casa.

PARETE TV E POSTAZIONE LAVORO

Possibilità valida e molto bella, ma fattibile solo nel caso in cui siate molto ordinati e in cui la parete tv abbia le dimensioni per studiare qualcosa di pratico ma anche estetico. No a soluzioni rimediate in spazi troppo risicati in questo caso.

POSTAZIONE COMPUTER DIETRO AL DIVANO

Questa è una soluzione di design molto bella e che può essere riproposta anche dietro al letto. Inutile dire che è perfetta per chi usa il pc di tanto in tanto e non ha bisogno di spazio di lavoro o contenitivo. Inoltre ricordate di adottare questa soluzione solo se siete ordinati!

RICAVATA IN CORRIDOI O NICCHIE

Usare nicchie già pre-esistenti o creare nicchie, piccole o grandi, può essere un idea originale e pratica per collocare pc e zona lavoro.

ANGOLO PC NASCOSTO

Se ne avete le possibilità e se lo spazio lo consente, creare un angolo chiuso è perfetto per mantenere tutto in ordine e poter gestire lo spazio plasmandolo secondo le vostre esigenze con mobili aperti o chiusi.

ALTRE SOLUZIONI

Le soluzioni sono molteplici per ricavare angoli funzionali e belli.
Si può creare un piano in camere utilizzabile per lavoro, computer o volendo come zona trucco in base all’occorrenza e con il mutare delle necessità.

Come già dettò, se possibile avere uno studio in casa è sempre utile. Nell’immagine un esempio di come arredare la parete di uno studio.

Se non fosse possibile avere una stanza in più, allora si può valutare un ambiente open space sul soggiorno filtrato ma non chiuso.

Infine soluzione che permette di recuperare spazio è quella di chiudere un terrazzo per ricavare una postazione lavoro. Logicamente tra quelle proposte è la possibilità più costosa e invasiva, ma se necessario è una strada percorribile.

Per capire come strutturare la postazione, dopo un analisi dello spazio, fatevi queste domande.

Preferisco avere il pc in una zona comune o in una appartata?
Se usi il pc per social, video o serie tv la risposta può essere di creare una postazione in soggiorno, in modo da poter guardare queste cose anche con altri. So benissimo che questa funzioni posssono essere esplicate anche dalle smart tv, ma magari può essere comodo avere il pc vicino per velocizzare.

Se usi il pc per scrivere, controllare mail o lavorare la soluzione è quella di creare la postazione in una zona differente dal soggiorno, in modo da avere più privacy e magari silenzio quando necessario.

La zona deve essere un micro ufficio utile per stare al computer ma anche per controllare bollette, documenti etc. Avere uno spazio in cui fare ciò aiuta a farlo meglio e soprattutto vi aiuterà a mantenere la casa in ordine, sapendo esattamente dove riporre le cose senza lasciarle in giro e rischiare di perderle. In questo caso valutate dove avete dello spazio consono a fare ciò.

Quando deve essere grande?

La risposta dipenderà dall’utilizzo che ne fate.

Qualora siate appassionati di tecnologia e passate il vostro tempo libero al pc allora è bene studiarla di dimensioni importanti affinchè non stiate ore ed ore in un angolino.

Se lavorate con il pc tutti i giorni o avete hobby che richiedono un piano di lavoro, anche in questo caso va studiata una postazione grande e, perchè no, nascondibile in modo da avere la casa ordinata senza dover mettere a posto riviste, stoffe, foglio o altro utile al vostro passatempo.

Al contrario se vi sedete al pc solo di tanto in tanto per operazioni veloci di stampa, controllo bollette etc, allora la postazione può essere ridotta all’essenziale non rubando spazio ad altre attività che svolgete maggiormente in casa.