PIATTO DOCCIA O CANALINA DI SCOLO?

Nella doccia è possibile inserire un piatto doccia (foto1) o una canalina di scolo (foto 2). Vediamo assieme le differenze.

PIATTO DOCCIA

Se decidiamo di inserire un piatto doccia dovremmo vedere, in base alle dimensioni dello spazio che abbiamo, quale ordinare. In commercio ne esistono tantissime tipologie differenti per altezza, colori, forme e finiture. Una volta deciso quale ordinare sarà necessario consegnare all’idraulico la scheda tecnica dove c’è segnata la scheda tecnica con lo sarico. Questo arriva già completo di piletta di scarico ed è al suo interno già pendenziato per far confluire l’acqua.
Si può decidere di lasciare un gradino oppure di montarlo a filopavimento. Per questa soluzione sarà necessario comunicare all’impresa lo spessore del piatto o installarlo prima di fare il massetto.

PRO E CONTRO DEL PIATTO DOCCIA:

I motivi per cui sceglierne uno già pronto sono che non si devono fare lavori di impermeabilizzazione sotto al piatto ma va semplicemente appoggiato e collegato alla rete idrica.
Al contrario una ragione per cui spesso li si scarta è perchè fino a qualche tempo fa, in commercio se ne trovavano solo dal design datato o di dimensioni stabilite, non adattabili quaindi a tutte le esigenze.

piatto doccia su misura

MATERIALI DEI PIATTI DOCCIA:

Vorrei velocemente analizzare alcuni materiali in commercio.

CERAMICA.
La ceramica è sicuramente il materiale più classico per un piatto doccia. I vantaggi di questo materiale sono la sua durevolezza e la non assorbenza. Un motivo per cui lo si scarta, a volte, dipende dal fatto che non è possibile realizzarlo su misura, se non a prezzi piuttosto alti.

ECOCEMENTO o ECORESINA.
Questi materiali composti hanno il grande vantaggio di poter essere realizzati su misura e addirittura, se sono tutti un impasto e non colorati in superficie, possono essere tagliati ed adattati sul posto. Logicamente sempre meglio ordinarlo della misura giusta per non dover correre rischi in cantiere, ma in caso è una buona possibilità. Altro fattore positivo di questi materiali è il fatto che si trovano in tante finiture e colori, potendolo così abbinare alla perfezione al nostro bagno. Un aspetto da considerare in questo caso è il fatto che il materiale ha una minima assorbenza; si tratta di una percentuale bassissima e in casi rari, ma è giusto saperlo.

CORIAN.
Materiale eccezionale che permette una grande flessibilità di dimensioni, forme e colori. Come i piatti visti sopra, può essere realizzato su misura. Si trova in vari colori opachi e con finitura liscia poichè la superficie è già antiscivolo, senza quindi, necessità di dover creare una struttura che la renda ruvida. La particolarità del Corian è il fatto di essere un materiale antibatterico e ripristinabile nel caso si rovini. A scoraggiare nell’acquisto è spesso il prezzo.

ACRILICO.
Questo viene solitamente prodotto di dimensioni e forme standard e solo nel colore bianco. Ciò che lo rende appetibile in moti casi è il prezzo. Mi sento di consigliarvi, in caso stiate valutando questa tipologia di piatto doccia, di sceglierne uno strutturato al suo interno in modo da non rischiare che con il tempo si deformi.

PIATTO DOCCIA IN OPERA

Si chiama piatto doccia in opera quando viene realizzato sul posto pavimentando con piastrelle grandi o piccole e inserendo una canalina/piletta di scolo.

Questo sistema fa si che si realizzi totalmente su misura e comporta la necessità di impermeabilizzare per bene prima di procedere montando il pavimento.

In questo caso la prima scelta da fare è se usare una canalina di scolo lunga, creando una sola pendenza, oppure se una piletta quadrata con 4 pendenze per far defluire l’acqua.

CANALINA DI SCOLO

La canalina viene solitamente scelta poco più piccola di un lato, così che si crei una discesa per far convogliare l’acqua in essa. Il vantaggio principale della canalina sta nel poter montare un formato piccolo o grande a terrà senza dover fare tagli. Garantendo cos’ un estetica molto pulita e lineeare permettendovi di creare l’ambiente doccia che più vi piace.

Ne esistono tante tipologie in commercio. Possono avere la griglia in acciaio, essere piastrellabili o decorate.

PILETTA

La classica piletta quadrata da inserire a terra creando così 4 pendenze per far confluire l’acqua. Questa è una buona opzione se state considerando di inserire del mosaico a terra. Il mosaico o i formati di piccole dimensioni si sposano bene con questa decisione, al contrario dei grandi formati che dovrebbero essere tagliati creando un effetto sgradevole.

piatto realizzato con mosaico e piletta

ECONOMIA:

I costi tra piatti doccia o realizzazione in opera si equivalgono. Infatti se da una parte abbiamo un piatto con un suo costo, solitamente più alto di una canalina/piletta, dall’altro dobbiamo considerare la manodopera per impermeabilizzazione e montaggio e il costo del materiale per il pavimento. Ricordate inoltre che i mosaici hanno prezzi più alti delle piatrelle per cui anche se la piletta vi costa meno della canalina potreste nel totale arrivare ad un costo simile fra i due.

Logicamente ogni valutazione va eseguita sul singolo caso. Ci possono essere bagni in cui è più economico inserire uno o l’altro in base alle dimensioni della doccia o al materiale che si poserà a terrà. Vanno fatte considerazioni pratiche, funzionali ed estetiche per giungere alla scelta migliore.
Vi esorto a ricordare che il piatto è una delle prime cose che si monta e che quindi se ci fossero problemi intervenire non è facile, quindi ok al budget ma qui non trascendete sulla qualità!

Seguitemi sulla pagina instagram per info! homeiswhere.it