CERCARE/RISTRUTTURARE CASA DOPO IL COVID19

Come sarà la ricerca della casa dopo questo periodo? come cambierà nella pratica e cosa nelle necessita di chi cerca?

MEZZI

Nella ricerca della casa avremo la possibilità dei TUOR VIRTUALI.
Questi ci permetteranno di vedere l’interno delle case che cerchiamo potendone apprezzare dettagli e spazi maggiormente di quanto succeda in fotografia.
Permettendoci quindi di preselezionare con più cura quali case andare a vedere.
Questo mezzo non sostituirò la visita vera e propria.
Le cose da considerare quando si acquista casa hanno a che vedere anche con le zone comuni, affacci etc.
Inoltre una visita virtuale non ti consente sensazioni, rumori, odori ed emozioni.

CAMBIAMENTI

Nel progettare casa, che sia esse da cercare, costruire o rinnovare, questo periodo porterà a modificare le ricerche in funzione di alcune considerazioni. Le nostre case si sono, con il passare del tempo si sono modificate in base alle nostre esigenze. Passando poco tempo in casa non era più un esigenza di molti il giardino, che era stato sostituito dai parchi; allo stesso modo stanze in più per giochi o hobby, sono state sostituite da centri o locali. Vediamo quali esigenze tornano ad essere importanti nella ricerca/ristrutturazione di casa.

SPAZI ALL’APERTO

Prediligere case con spazi all’aperto GIARDINI/ TERRAZZI

Per questo gli daremo maggiore importanza che in passato dove il tempo libero si passava spesso fuori.

SMART WORKING

Progettare o cercare una stanza in più per SMART WORKING o HOBBY.
Lavorare da casa diventerà una realtà (per molti già lo era prima). Per questo va studiato un ambiente.
Le esigenze cambiano con il cambiare del lavoro ecco alcuni consigli.
Dedicatevi il giusto spazio in base alla necessità che avete. Non tutti i lavori hanno gli stessi bisogni. A qualcuno serve un piano di lavoro spazioso, ad qualcun altro invece spazio contenitivo per documenti o oggetti, per cui cercate di capire cosa vi serve.

Lavorare tante ore contro una parete non è allettante quindi posizionate la scrivania a centro stanza, verso una finestra o studiate qualcosa per decorare la parete che vi ispiri. Cerchiamo di creare uno spazio in cui sia favorita la concentrazione e in cui non sentirci in prigione.
Piccolan nota: fate attenzione a cosa avete alle spalle soprattutto se fate molte conference call e cercate di abbellire lo sfondo. In questi giorni si seminari online call e dirette di ogni tipo, si sono visti sofndi bellissimi, sfondi disordinati o tristi; per non parlare dei bambini o coniugi che per sbaglio appaiono sullo sfondo. In questi giorni è tutto concesso, ma per una situazione duratura e stabile meglio pensarci.

INGRESSO

Studiare un INGRESSO. Mai come oggi è necessario lasciare appena si entra in casa scarpe, giacche e indumenti per non introdurre batteri etc, in casa. Inoltre guanti e mascherine faranno parte del nostro futuro quindi bisognerà studiare dove e come riporle in modo pratico quando entriamo e usciamo.


Queste considerazioni potrebbero portare a rivedere la scala di priorità nel scegliere casa, avvantaggiando metrature o spazi verdi a posizione. Ognuno ha la sua scala di priorità in base alle esigenze, il covid 19 potrebbe semplicemente invertirla un po’.

Analisi dicono che questo porterà a prediligere case in periferia piuttosto che case in città. Noi questo non possiamo dirlo, tutto dipenderà dal mercato, dalle singole esigenze e dalla durata della situazione. Essere chiusi in casa 2 mesi è differente che esserlo 10 (ci auguriamo siano 2 e tutto finisca presto)

Vivendo tanto casa si sono fatte delle considerazioni. C’è chi magari rimpiange un open space per mancanza di divisioni in casa, chi al contrario lo avrebbe preferito per controlare i bambini a casa da scuola… Ogni realtà è differente, ma comunque questa situazione qualche riflessione su come vorremmo la casa e quali modifiche apportare ci ha portato a farla.

DOMANDE FATTE ALLA DIRETTA:

CI SARANNO PROBLEMI PER CHI CERCA UNA CASA IN AFFITTO? No, anzi. Quando l’economia è debole la richiesta per un immobile in affitto cresce quindi una ulteriore crescita del mercato dell’affitto è assai probabile.  

POTREBBERO ABBASSARSI I PREZZI IN SEGUITO A QUESTO PERIODO? È difficile dare una risposta concreta perché il tutto lo si potrà capire meglio vivendo la fase 2. In linea di massima dal mio punto di vista le città e i quartieri che fino ad oggi sono state oggetto di riqualificazione o nuove costruzioni e miglioramento dei servizi saranno quelle che terranno meglio e quindi potrebbero variare di poco al ribasso. Comunque l’offerta cambierà in rapporto alla “domanda”.  

Si potrà andare nei negozi odi arredamento?
Si tornerà, ma non si sa per quanto ci saranno restrizioni, quindi presumibilmente appuntamento e poche persone.
Quindi ci si dovrà zare meglio, purtroppo non si potrà portare magari parenti, consulenti o amici per chiedere consigli. Questo sicuramente potrebbe ridurre i giri nei negozi visitando magari uno show-room in meno ma facendosi seguire al meglio nelle visite spiegando necessità a chi ci accoglie in negozio.

Cambieranno i prezzi dei materiali?
Potrebbe. 
Ogni azienda farà scelte e abbraccerà politiche differenti. 
Quel che possiamo dire è che alcuni prodotti sono prodotti per l’ordine (es cucine, mobili bagno, armadi etc). Quindi su questi i costi di produzione rimangono bene o male gli stessi.
Altri prodotti sono fatti in stock e poi spediti quando vengono ordinati (es. pavimenti, sanitari). Qui magari essendo fermi a magazzino da 2 mesi, qualche azienda potrebbe valutare di fare promozioni.
La differenza potrebbe essere nei TEMPI. Con regolamenti di distanziamento etc potrebbero subire dei rallentamenti le produzioni, speriamo non avvenga, ma cercate di avere pazienza, non dipende dalla singola ditta ma dai protocolli inseriti.

– ERAVAMO IN FASE DI INVIARE IL PROGETTO FINITO AL COMUNE, ORA PANICO! CONSIGLI? ASPETTARE?
– HO PAURA DI NON RIUSCIRE PIU A GODERMI QUESTO MOMENTO CHE HO TANTO ASPETTATO E DESIDERATO.
– NOI DOBBIAMO INIZIARE DEI LAVORI DAVVERO IMPORTANTI, SPERIAMO BENE!
Ricordate che questa è una CRISI SANITARIA, non IMMOBILIARE. 
Con questo non voglio dirvi che l’immobiliare non ne risentirà o che non sia una situazione difficile. Sarebbe bello festeggiare, vivere con gioia e serenità un traguardo importante, e ora non è possibile, ma speriamo tutto torni disteso e sereno.