VASCA INSTALLAZIONE

Quando decidiamo di mettere la vasca nel nostro bagno dobbiamo valutare tante cose riguardanti all’installazione.

VASCA TRADIZIONALE O IDROMASSAGGIO

La prima scelta da compiere riguarda se una vasca tradizionale o una vasca con idromassaggio. Questa scelta determina la tipologia di attacchi che saranno da fare dall’idraulico. Non ci sono particolari pro o contro per scegliere l’una o l’altra, dipende solo dal budget e dall’uso quotidiano che se ne fa. Unico accorgimento che posso dare è se scegliete un idromassaggio sceglietelo di qualità. Cambiare vasca non è cosi semplice e quando si parla di acqua + elettronica meglio puntare sulla qualità e sull’affidabilità per non incorrere in rischi.

RUBINETTERIA

Altra decisione da prendere riguarda la rubinetteria. Essa può essere installata anche esca dal muro o sul piano di appoggio della vasca o che esca dal pavimento.
Il miscelatore a muro solitamente ha caratteristiche standard per quanto riguarda la distanza dei tubi di acqua calda e fredda. vengono quindi portati i tubi a parete e poi montato il miscelatore. Questo è quindi esterno, il che permette che possa essere cambiato più facilmente in caso di rotture o malfunzionamenti.

Miscelatore da parete Fantini

Il miscelatore su piano è solitamente fornito dal rivenditore della vasca. Esteticamente più pulito rispetto a quello a parete. Se decidete per questo valutate bene dove sara posizionato e considerate che dovrà esserci la possibilità di arrivarci tramite uno sportello di ispezione in caso di malfunzionamenti . Va considerato anche che in caso di rottura o sostituzione non sarà sempre cosi semplice trovare un modello che abbia le stesse dimensioni e caratteristiche, soprattutto dopo anni. Lo faccio presente perchè mi è capitato da una cliente per la quale è stato quasi impossibile trovare una soluzione che non fosse un po’ un ripiego, dovendo chiudere un foro e farne un altro sul piano.

Infine il miscelatore che esce da terra. Certamente la soluzione più di design. Questa possibilità solitamente è possibile per coloro che hanno una vasca da centrostanza, ovvero che non poggia al muro. Va gestita durante la stesura degli impianti dando la scheda tecnica all’idraulico che porterà gli attacchi idrici necessari. Come già detto punto forte di questa possibilità è l’estetica, punto debole sicuramente il fatto che non tutti hanno lo spazio per una vasca centro stanza. Dovete infatti considerare e studiare bene gli spazi affinche ci sia la possibilità di una vasca scostata dal muro in modo che ci stia il rubinetto, sia gradevole alla vista e consenta la pulizia quotidiana nei vari angoli e passaggi e che permetta un po di manovra in caso si debba in qualche modo intervenire.

INSTALLAZIONE

Infine, ma non per importanza va decisa la vera e propria installazione. Una vasca da bagno puo’ essere installata a centro stanza, quindi postata dalla pareti, contro una o più pareti e con un suo telaio e dei pannelli, oppure accostata al muro e incassata in una struttura che la sorregge.

Centrostanza

L’installazione centro stanza, come gà detto, ha il grosso vincolo dello spazio e dell’ingombro. Solitamente che attua questa decisione sceglie vasche non idromassaggio e in materiali (corian, tecnorit,novocryl, etc) che permettono le più disparate forme di vasca. Soluzione dal design ricercato è qulla che attuebbero la gran parte delle persone potendolo fare. Oltre al limite dell’ingombro non ha vincoli.

Telaio e pannelli

La vasca con telaio e pannelli poggierà contro una o più pareti del bagno e arrivera già con il suo telaio che la “sorregge” e, una volta collegata e testatone il funzionamento, saranno montati i pannelli di chiusura. Il punto forte di questo sistema è la possibilità di ispezione. Questo è un punto fondamentale, soprattutto se la vasca è idromassaggio, perchè permettera di fare i controlli necessari senza troppi impedimenti. Aiutando di conseguenza anche a gestire imprevisti di funzionamento o rotture di componenti. Altro punto a vantaggio è il fatto che si possa sostituire la vasca o trasformarla in una doccia senza troppe manovre. So che quando si fa casa non si pensa al cambiare le cose, ma quotidianamente sostituisco docce a vasche e con questa il lavoro, la polvere e gli imprevisti si dimezzano.

Il neo di questa soluzione è l’estetica. Una vasca con tutti pannelli bianchi non è proprio il massimo in fatto di design. Tante aziende stanno proponendo oltre ai classici pannelli in vetroresina anche pannelli in altri materiali o finiture.

Incasso

Infine la soluzione più classica è quella con la vasca da incassare creando delle pareti che facciano da supporto e da rivestire in seguito con mattonelle, mosaici o altri materiali. In questa circostanza valutate bene quando fare il muretto di supporto e se, sotto alla vasca, creare il massetto, pavimentare o non fare nulla. Questa decisione che al m omento cambia poco potrebbe implicare più lavori o imprevisti qualora vogliate sostituire o eliminare la vasca dal bagno. Dopo aver deciso a che punto dei lavori fare il supporto valutare se questo deve avere delle botole di ispezione o no. Sono consigliate per le vasche idromassagio e anche in caso la rubinetteria sia sul piano d’appoggio della vasca.

I punti di forza in questo caso sono l’estetica e il fatto che la vasca sara perfettamente integrata nel bagno e quindi gradevole nell’insieme. Il grosso vincolo è la difficoltà di intervento in caso di rotture sostituzioni o manutenzione. Oltre al fatto che anche in cantiere con idraulico, muratore etc. dovrete fare delle valutazioni, che sembrano banali ma non lo sono e che comportano alcune decisioni in una situazione , quella del far casa, dove le decisioni sono già un enormità.

CONCLUSIONI

Il mio consiglio, totalmente personale .
Se avete un bagno che per dimensioni e conformazione lo permette la vasca centrostanza è bellissima, quindi fosse casa mia sceglierei questa.
Se questa possibilità non ci fosse prenderei una vasca con telaio, che quindi si “regge in piedi” da sola, e la monterei una volta fatto pavimento e rivestimento. In seguito farei una chiusura con botola ispezionabile a calamite (link: ) da rivestire come le pareti. (un materiale utile per fare muretti e supporti).

Kerdi Board per creare incassi e supporti alla vasca

Sconsiglio di installare la vasca ad incasso senza supporti o di non pavimentare la parte sotto la vasca.
Ci si trova ad andare spesso in cantiere per decidere/vedere/valutare tutti i lavori da fare e l’ordine.
Con il passare del tempo è una scelta che non premia poichè se si vorrà una vasca differente o servirà una doccia avere sotto il pavimento e non dovere rompere un muro i disagi dei lavori in una casa che si sta vivendo saranno molti meno!